Contorsioni mentali in un notte così…

Bastava pensare che sarebbe passato tutto in 24 ore, per fortuna fb era stato silenziato.
Lei voleva solo dormire, rimanere in silenzio e magari avrebbe anche non voluto svegliarsi l’indomani mattina.
Si può essere arrabbiati il giorno del proprio compleanno, beh, forse sì, almeno lei lo era, forse per il tempo sprecato e per il fatto che la vita persa nessuno può restituirtela.
Lei si sentiva triste perché quel giorno sarebbe stata inevitabilmente costretta a pensare e lei presa nel turbine del quotidiano ormai riusciva a non farlo e a non aver bisogno di nessuno.
Lei voleva solo dormire e piangere in santa pace, strapparsi i capelli e torturarsi la pelle, consapevole del fatto che certi giorni devi sorridere per forza. Il tempo era sempre stato un suo nemico, ma un giorno, in un modo o in un altro lo avrebbe sconfitto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...