48

Le cose cambiano in un istante.
Quella sera avrebbe voluto dormire presto, subito dopo aver terminato il quadretto su cui stava lavorando. L’unico suo cruccio era se chiedere o meno a Lavinia di Bologna. Pensieri quasi normali, rendersi conto di non aver pensato alla morte per un po’.
Poi quei messaggi e tutto va a farti fottere.
Essere ancora svegli all’una, aver rovinato irrimediabilmente tutto il disegno e capire di Bologna non te ne frega un tubo.
Comunque fai sbagli e lei voleva solo capire cosa turbasse la sua piccola e così l’aveva fatta arrabbiare. In realtà sapeva bene di cosa si trattasse ma sperava che in realtà fosse solo un’arrabbiatura per di una cazzata combinata a scuola o di una punizione per una rispostaccia.
Ok, alla fine ti scontri con la reltà, quella non è tua figlia e un qualsiasi movimento sbagliato può fartela perdere.
Ancora quell’essere “diversamente mamma” e soffocare le voci di chi dice si tratti solo di dispiaceri comprati. No lei non rinnegava nulla anche se era difficile da capire per il mondo.
E allora guardare l’ultimo accesso su w.a, vedere che risale a due ore prima e pensare che magari dorme e ha già superato.
E se l’indomani avesse continuato con quel mutismo, se non le volesse più parlare? Perché ritornava a pensare così prepotentemente alla sua adolescenza? Lei non aveva nessuno con cui parlare ed era arrabbiata, vedeva il suo muro alzarsi e nessuno che le tirava una corda per provare ad uscire da quella prigione.
Essere madre significava questo? Aver paura? Non voler che la piccola stia male? Dare anche la vita se fosse necessario?
In fondo lei non l’avrebbe mai saputo, perché mai sarebbe diventata madre veramente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...