37

ore 22.03

Assolutamente senza parole.
Perse anche stavolta, come ogni volta, come ogni sera in cui la paura viene a trovarti.
Qual è la parte vera?
La lei che ogni tanto canticchiava, che rimaneva mezzo pomeriggio senza urlare con la regina madre, che sperava, non sempre e non troppo, ogni tanto, almeno un po’ o quella che si allontanava sempre di più dal mondo, che vedeva la morte come unica soluzione, che non si fidava e non credeva più a niente e soprattutto a nessuno e che tremava all’idea di dover tornare in terapia l’indomani, dopo dieci giorni in cui si era nuovamente abituata a star chiusa in se stessa e sarebbe stato come riaprire una ferita. Eppure volerci andare, senza capirne il motivo, pur sapendo che i 42 km del ritorno sono faticosissimi perché le rimane sempre qualcosa dentro, un granello di sabbia che diventa montagna e che la fa piangere e vorrebbe solo dire
“Ti prego, farmi andare a casa un po’ più tranquilla dell’altra volta”, ma Lavinia non può, nessuno poteva. E’ qualcosa che viene da dentro.
Forse stava tentando la fuga, stava scappando, consapevole di tutti i rischi che questo comportava.
” Rigore è quando arbitro fischia” diceva Boskov,
certezza del calcio e metafora della vita. Puoi fare mille recriminazioni, lamentarti, incazzarti, rivedere l’azione mille e mille volte, ma se l’arbitro ha fischiato non c’è più nulla da fare. Il resto dipende dall’abilità, dal sangue freddo, dalla fortuna.
Lei viveva con un continuo fischio arbitrale nelle orecchie che sanciva un rigore a favore degli avversari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...