18

Attrito.

Si chiedeva ossessivamente perché certi pensieri le invadessero la mente.
Chissà per quale arcano motivo una persona, che si presume sana di mente, dovrebbe pensare al suo funerale.
Lei sana di mente non lo era nemmeno alla nascita e in ogni caso definire sana o perlomeno equilibrata, una persona che già a 5 anni soffriva d’ansia, forse era un tantino azzardato.
Conosceva solo di vista il ragazzo morto nell’incidente, eppure ne era rimasta profondamente colpita. Volato via come Peppino. Nello spazio di un secondo.
La tv locale per giorni non aveva parlato d’altro. Era pieno di amici Gabriele, una persona per bene, sempre sorridente e con la battuta pronta. Così lo descrivevano tutti. Alle sue esequie era presente praticamente l’intera città.
Vedendo quelle immagini postate su Fb, si era chiesta come sarebbe stato il suo di funerale.
Cosa aveva donato al mondo? Era solo un depressa cronica, pigra e forse vile.
Ci sarebbe stato qualcuno a piangerla?
E poi, perché lo stridio di quel pensiero non smetteva di darle fastidio? Era come se qualcuno passasse le unghia su una lavagna. Puoi tapparti le orecchie, ma la sensazione sgradevole rimane nel cervello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...