10

La non voglia

ore 13.47
Non volersi occupare di niente e di nessuno.

Un pennello

Dopo quasi sei mesi di polvere era riuscita a riprende a dipingere. Forse dipingere era una parola troppo grossa. Aveva semplicemente predisposto il tavolo, scelto il progetto e sistemato le boccette dei colori, una dietro l’altra. Era riuscita a stendere le pennellate di base. Non era sicura di ricordarsi ancora come si facesse.
Per quanto cercasse di evitarlo, i suoi occhi si erano posati sui lavori natalizi e aveva sentito la voglia di cominciare a preparare qualcosa o almeno provarci.
Era stato faticoso, come dover aggiustare un ponte crollato.
Le ore precedenti erano state occupate da un lungo sonno, una specie di corazza, un bozzolo in cui lei si rifugiava tutte le volte che voleva a tutti i costi evitare di pensare; A svegliarla ci aveva pensato il cuore che, battendo forte, sembrava voler dire la sua sulla decisione da prendere. Peccato non riuscire a decifrarne i battiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...